16 settembre 2016

English Activities

english-activities-01

Communicative Activities Aiutano i bambini a comunicare attraverso la relazione e il peer to peer learning. Non ci sono schede da compilare individualmente ma attività che stimolano la creatività, il pensiero laterale  e la condivisione. Per questo tutte le attività prevedono che si lavori in gruppi di 2 o 3.

Simple Games Aiutano i bambini ad associare in modo positivo il gioco all’inglese. Dal semplice where’s the baby o il peek-a-boo, ai giochi più complessi, in base all’età del bambino, sono uno strumento di vitale importanza nell’apprendimento anche per i più piccoli. Non è importante che il bambino comprenda ma che impari a percepire i suoni e a distinguerli da quelli della lingua madre.

Storytelling Un vero e proprio rituale. Un libro letto ad alta voce, che si presta a un ritmo ben cadenzato e ripetitivo, è amato da tutti i bambini… già dai 12 mesi. Fa leva sulle motivazioni e gli interessi dei bambini grazie alla loro immedesimazione nei personaggi. Attraverso l’«Elemento visivo», le storie vengono rappresentate con disegni e immagini che collegano la storia alle parole. Con l’«Elemento lessicale» avviene l’apprendimento dei vocaboli e delle strutture. Infine con l’«Elemento ripetitivo», la narrazione ripetuta della storia, i bambini si ricordano la storia fissando il lessico e le strutture.

Canzoni L’utilizzo di canzoni, canti, rhymes stimol a la partecipazione della maggior parte dei bambini coinvolgendoli totalmente. Consentono di presentare nuovo lessico e strutture e di rinforzare quanto imparato grazie alla ripetizione e ai gesti collegati alla canzone. Per i più piccoli l’obiettivo primario è far apprendere il suono della lingua.

Teatro per i più «grandi» La realizzazione di piccoli sketch, grazie alla gestualità e alla mimica, facilita l’interiorizzazione del significato delle parole e delle frasi, le quali vengono apprese attraverso un lavoro dinamico dove l’Inglese diventa concretamente mezzo di comunicazione.